“Con Francesco discepoli e custodi”

Arborea. Campo scuola ACR nella Colonia “Stella Maris”

Settimana ricca di preghiere, attività ludiche e formative, relax e bagni al mare… per 43 ragazzi e 12 educatori

Nella location della colonia “Stella Maris” (il vecchio Seminario diocesano estivo) nella marina di Arborea, avvolti dal verde dei pini secolari e dal blu del mare della costa oristanese, dall’8 al 13 agosto si è svolto il campo scuola diocesano ACR “Laudato sì! Con Francesco discepoli e custodi”. Il tema di quest’anno (tratto dalla proposta della guida nazionale per i percorsi estivi dei bambini e dei ragazzi dai sei ai quattordici anni) mette al centro la figura di San Francesco in tutte le sue sfaccettature, con particolare attenzione alla cura del creato, manifestazione e dono dell’infinito amore di Dio all’umanità. Con la costante presenza dell’assistente unitario don Franco Tuveri e dell’assistente ACR don Stefano Mallocci, il neo responsabile Andrea Mura e dodici Educatori hanno animato le attività dei sei giorni di campo di 43 bambini provenienti da Gonnosfanadiga, Guspini, Sardara, Terralba e Villacidro.
Una settimana piena, in cui Fratello Sole e Sorella Luna si davano il cambio scandendo i giorni! Giorni frenetici, ricchi di preghiere, attività ludiche e formative, relax in pineta e bagni al mare… Di risate, grida di gioia, abbracci e nuove amicizie… ma anche di lacrime al gusto di nostalgia di casa e di un litigio con un amichetto! I bambini si sono lasciati prendere per mano accogliendo con entusiasmo tutte le attività e i momenti a loro proposti e nella condivisione di ogni singolo istante: abbiamo sentito che Gesù era con noi!
Con questi sentimenti nel cuore con immensa gioia giovedì 10 agosto abbiamo accolto il nostro vescovo Padre Roberto Carboni, che per noi ha celebrato la Santa Messa e con noi ha condiviso la cena! Altri momenti significativi sono stati: la veglia notturna, la celebrazione del Tau, la suggestiva preghiera di una sera in una piazzuola non molto distante della struttura, la Messa conclusiva di domenica 13 condivisa con le famiglie e la presenza per due giorni del gruppo dei Giovanissimi che reduce da una tre giorni interamente dedicata a loro, ha integrato il suo individuale percorso offrendo il suo servizio ai più piccoli.
Cose semplici, senza fronzoli, com’era San Francesco! Ed è stata proprio una riproduzione del suo Crocifisso di San Damiamo ad averci accompagnato in tutti questi momenti e in tutto il campo, insieme alla preghiera “Alto e glorioso Dio” che recitata e cantata ha caratterizzato le nostre giornate. Ma cosa sarebbero state queste senza il “settore cucina” e le sue fantastiche regine Anna Maria, Carmela e Marta? Perché se è vero che l’anima va nutrita è altrettanto vero che anche il corpo ne ha bisogno: grazie di cuore a loro! Ma un grazie speciale va al nostro presidente Andrea Usai che oltre ad esserci venuto a trovare spesso insieme alla sua famiglia, condividendo con noi le attività e offrendo il suo servizio, ha lavorato al nostro fianco nella fase preparatoria senza risparmiarsi, dimostrando il suo particolare amore per questo settore dell’Associazione di cui è stato il responsabile per sei anni.
Grazie ai nostri assistenti che ci sono stati vicini condividendo con noi educatori anche i due giorni di formazione e preparazione che hanno preceduto il campo, tenuti da don Marco Statzu. Due giorni importanti, utili per accogliere e riflettere su quella parola che semina e col tempo porta frutto a ciascuno e al gruppo. Arricchita da tutti questi doni l’ACR, insieme a tutta l’AC diocesana, si proietta verso il nuovo anno pastorale e associativo.

Manuela Peddis