50 anni del parroco sentinella di cultura

Gonnostramatza. Giubileo sacerdotale di don Francesco Tuveri

Un quarto di secolo alla guida ininterrotta della parrocchia di San Michele Arcangelo

L’intenzione del parroco Don Francesco Tuveri era senz’altro quella di celebrare la ricorrenza del suo 50o di Sacerdozio in semplicità e senza clamore. La comunità di Gonnostramatza l’ha intuito nell’ascoltare tra gli avvisi delle messe festive che venerdì 6 settembre alle ore 18 ci sarebbe stata una messa di ringraziamento. I fedeli però non hanno mangiato la foglia e alla chetichella hanno preparato un’improvvisata.

Non solo si sono presentati numerosi riempendo il salone parrocchiale, ove si celebra a causa dei lavori ancora in corso della chiesa di S. Michele e fermi da 8 mesi, ma con un giro di telefonate hanno anche fatto arrivare di nascosto i suoi parenti da Sardara. Tanta la commozione durante la celebrazione eucaristica, nella quale Don Francesco ha sottolineato alcuni punti della lettera di auguri che Padre Roberto gli ha fatto pervenire per l’occasione. La comunità gli ha offerto una casula e un “servizio” ricamato da messa.

Non è mancato neanche l’accompagnamento del coro con i canti presi dal repertorio delle feste. Al termine tutti gli si sono stretti per porgergli le loro felicitazioni e gli auguri. Alla conclusione, dopo gli auguri del rappresentante della comunità parrocchiale, Don Francesco ha ringraziato tutti per la festa inaspettata dicendo che però si erano dimenticati di allertare l’ambulanza in quanto ha rischiato un secondo infarto. Sabato 7 settembre al rientro dalla celebrazione della messa vespertina, che ogni primo sabato del mese ha luogo nella chiesa succursale di S. Antonio abate, la seconda sorpresa.

Il Parroco ha trovato la piazza imbandierata e anche un grande striscione. Il Sindaco Dott. Alessio Mandis accompagnato da alcuni componenti della Giunta, a nome della cittadinanza, ha fatto gli auguri al festeggiato consegnandogli una targa ricordo, come espressione di profonda gratitudine per la dedizione e la crescita religiosa e culturale della comunità.

Il suo servizio sacerdotale iniziò nel 1969 ad Arbus, come vice – Parroco e Cappellano di Ingurtosu e Parroco nominale di B.V. Maria regina in Arbus e di S. Antonio di Santadi. Nel 1981 fu nominato vice – Parroco di S. Pietro in Terralba e Parroco di Marceddì. Dal 1987 è stato vice – Parroco di Mogoro e collaboratore dell’Archivio diocesano in Ales, in sintonia con il benemerito prof. Cornelio Pusceddu. Dal 20.06.1994 è parroco di S. Michele Arcangelo in Gonnostramatza, che guida da 25 anni; recentemente ha pubblicato tre ricerche: una sulla chiesa di S. Michele, una sul paese scomparso di Serzela e una sul Montegranatico.

Il 25 giugno 2008 è stato nominato Canonico onorario del Capitolo della Cattedrale di Ales e dal 29.09.2016 svolge il servizio di Direttore del Museo diocesano di Ales. Con tanta gratitudine e affetto gli rinnoviamo i nostri auguri anche dalle pagine di Nuovo Cammino che il Signore l’assista anche nella salute, affinché ancora per molti anni possa serenamente svolgere il suo ministero.

G.P.