Villacidro. Conclusa la Visita Pastorale

“È tempo di Grazia, pensiamo ora al futuro della comunità”

Dopo 24 giorni di incontri e celebrazioni l’invito alle parrocchie di Villacidro ad “uscire” dalle chiese per andare incontro ai fratelli

Oltre tre settimane scandite dalle celebrazioni eucaristiche ma soprattutto dagli incontri con tutte le componenti della grande comunità cristiana di Villacidro. La Visita Pastorale del vescovo padre Roberto è stato un tempo di grazia, che ha permesso al Pastore di conoscere meglio la porzione del popolo di Dio affidatagli.

Dai giovani agli anziani, dagli imprenditori ai malati, dai bambini agli operatori della pastorale, dai migranti agli ospiti delle comunità di recupero, senza trascurare le famiglie: nessuno è stato escluso da questi incontri che hanno mostrato il volto di una cittadina viva, con anche le problematiche di un grande centro, ma che mantiene una salda religiosità popolare. Da qui la necessità di adeguare lo stile della testimonianza e delle pratiche cristiane ai nuovi tempi. “Ci rendiamo conto – ha detto il Vescovo nell’omelia – che una semplice ripetizione di modalità, di riti, di tradizioni, che nel passato hanno avuto grande rilevanza oggi vanno ripensate e attualizzate, per non rischiare di perpetuare un guscio vuoto, a scapito di una fede vissuta in maniera personale e comunitaria”.

L’ultima settimana è stata caratterizzata dagli incontri nella parrocchia della Madonna del Rosario con le visite ai malati, visibilmente commossi nel ricevere il Vescovo in casa loro. È stata anche la settimana degli incontri con il mondo delle fragilità e quello dei poveri: gli operatori Caritas, quelli del “Centro d’Ascolto”, del “Centro Papa Francesco”, gli ospiti della comunità “Il Salvatore” e quelli di “Alle Sorgenti Progetto A”.

La Messa conclusiva, animata dal coro dell’Unità pastorale, uno dei frutti della Visita di padre Roberto, è stata particolarmente affollata, con la chiesa della Madonna del Rosario stracolma di fedeli, i quali hanno voluto così salutare e ringraziare padre Roberto per il tempo trascorso nella comunità villacidrese. Un concetto quello di un’unica comunità richiamato anche dal Vescovo durante la sua omelia. “Pur essendoci qui storicamente tre parrocchie – ha affermato – desidero incoraggiare una prassi che vedo già avviata: quella di pensarsi come un’unica comunità cristiana, non a caso il foglietto si chiama “Cor Unum”. Una comunità cristiana che insieme testimonia il Regno di Dio. Questa è la mia prospettiva. Dobbiamo superare i campanilismi, e attivare sempre più collaborazione a tutti i livelli: tra presbiteri, diaconi, religiose e laici”.

La Concelebrazione si è conclusa con i ringraziamenti di don Franco Tuveri, coordinatore dell’Unità pastorale, che ha sottolineato il dono della Visita del Vescovo per l’intera comunità. Una presenza che ha incoraggiato i presbiteri nel loro ministero e i fedeli nella loro testimonianza di fede. Don Franco, a nome della comunità cristiana villacidrese, ha poi fatto dono al Vescovo di una icona raffigurante Santa Maria Acquas, particolarmente gradita da padre Roberto. Un segno tangibile grazie al quale il Vescovo avrà un ricordo dei 24 giorni trascorsi nell’Unità pastorale di Villacidro.