Tra selfie e obiettivi arcobaleno

Concorso fotografico riservato ai giovani

Grazie al concorso “Raccontateci la vostra Marcia della pace”, alla sua prima edizione, il Comitato Promotore della Marcia ha cercato di incentivare la partecipazione dei giovani e dialogare con loro attraverso i nuovi linguaggi, da loro apprezzati, come i social e le immagini. L’obiettivo del concorso abbinato alla manifestazione giunta alla XXXII edizione, ospitata quest’anno a Villacidro, è stato anche quello di coinvolgerli e invitarli ad una più attenta analisi del tema della pace e alla riflessione sull’esperienza della marcia. Ma non solo, il concorso ha cercato anche di favorire la conoscenza del mondo della fotografia e della comunicazione come strumenti utili per inviare messaggi di sensibilizzazione per la popolazione.

I giovani, insomma, si fanno ancora una volta portatori di pace con la loro sensibilità e spontaneità. I partecipanti al concorso hanno usato in modo diverso colori, scenario per parlare di pace, chi in modo semplice, chi studiando una posa, ma tutti animati dalla buona volontà. Alla giuria composta dal presidente del comitato promotore della marcia, un referente della Caritas regionale, un referente della Caritas di Ales Terralba e un referente di Sardegna Solidale, spetta il compito di individuare le tre migliori foto tra quelle pervenute da diverse parti dell’isola (i nomi dei primi tre classificati saranno resi noti entro la fine di gennaio).

Per i vincitori, in palio premi in buoni acquisto: al primo posto buono del valore di 250 euro, per il secondo posto di 150 euro e per il terzo posto di 100 euro. Il tema del concorso è il racconto con immagini della Marcia della pace, in tutte le sue forme ed espressioni. Per la valutazione dei lavori verranno utilizzati i seguenti criteri (max 30 punti totali): Coerenza con il tema della marcia fino 10 punti, Originalità del lavoro massimo 10 punti, Riferimenti a location, colori, racconto e interpretazione della marcia fino a 10 punti. Tutte le foto del concorso, dopo le premiazioni, saranno pubblicate sui profili Facebook e Instagram della Caritas di Ales-Terralba e di Caritas Sardegna.