P. Roberto Carboni Delegato regionale

Tutela dei minori

La Chiesa sarda sarà una delle prime in Italia a costituire, come previsto dalla CEI, il Servizio Regionale per la Tutela dei Minori. Nella riunione dello scorso 5 febbraio, infatti, la Conferenza Episcopale Sarda ha nominato mons. Roberto Carboni, vescovo di Ales-Terralba, delegato per la Commissione regionale per la tutela dei minori.

Il presule, che si è occupato per anni, come psicologo e psicoterapeuta, dello screening e della formazione dei seminaristi in diverse parti del mondo quando era Segretario Generale per la formazione dell’Ordine Francescano, è incaricato ora di promuovere la costituzione del Servizio regionale per la tutela dei minori, curare la formazione e l’aggiornamento dei componenti nominati, a livello locale, dai Vescovi diocesani tra operatori pastorali ed esperti nel campo della protezione dei minori. La Conferenza Episcopale Sarda nominerà successivamente il coordinatore tecnico del Servizio regionale.

Tra i compiti principali del Servizio Regionale Tutela minori, in sintonia con il Servizio Nazionale Tutela dei minori, e secondo le indicazioni dei Vescovi, monitorare e documentare le iniziative di prevenzione e formazione nonché le modalità di attuazione a livello locale delle linee guida nazionali stabilite dalla CEI. Inoltre, accompagnare le singole diocesi, comunità religiose, associazioni o altre realtà ecclesiali nella stesura di protocolli e indicazioni di buone prassi per la tutela dei minori; infine stimolare, promuovere e coordinare l’informazione e la formazione degli operatori pastorali sulle tematiche della tutela dei minori e della prevenzione degli abusi.