Il Cammino Minerario di Santa Barbara

Proposto dall’Associazione Onlus Pozzo Sella nell’ambito delle attività rivolte a sostenere gli obiettivi del Parco Geominerario Storico e Ambientale della Sardegna

Il primo e forse il più grande patrimonio che ci hanno lasciato in eredità gli uomini che hanno vissuto e lavorato nelle aree del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna è rappresentato proprio dagli antichi cammini minerari che possiamo ora ripercorrere con il Cammino Minerario di Santa Barbara.
Percorrendo per circa 400 chilometri questi antichi cammini, lungo i quali si sviluppa dai monti fino al mare il Cammino Minerario di Santa Barbara, è possibile osservare e conoscere l’immenso patrimonio tecnico-scientifico, storico- culturale, naturalistico-ambientale e socio-antropologico presente nella terra più antica d’Italia e generato dalla millenaria attività mineraria svoltasi nel Sulcis Iglesiente Guspinese. Si tratta del patrimonio che ha consentito al Parco Geominerario Storico e Ambientale della Sardegna di ottenere il prestigioso riconoscimento internazionale dell’unesco.
La grande varietà e ricchezza dei contesti geominerari, paesaggistici e naturalistici che si possono osservare lungo il Cammino Minerario di Santa Barbara trovano sintesi unitaria nella costante presenza degli edifici di culto e delle chiese dedicate a Santa Barbara presso le vecchie miniere dismesse, gli antichi villaggi minerari abbandonati, i paesi e le città costruite a supporto dell’attività mineraria.
Proprio per questa ragione è stato dedicato alla Santa Patrona dei minatori il nome del Cammino con l’obiettivo di conservare e tramandare il valore di solidarietà e di coesione che nei secoli passati ha caratterizzato il culto di Santa Barbara che è tuttora fortemente sentito e praticato con celebrazioni e processioni che si svolgono proprio lungo tratti rilevanti del Cammino.

Genesi e sviluppo del Cammino

Il Cammino Minerario di Santa Barbara è stato proposto dall’Associazione Onlus Pozzo Sella per il Parco Geominerario nell’ambito delle sue attività statutarie rivolte a sostenere le finalità del Parco Geominerario Storico e Ambientale della Sardegna. Dopo aver dedicato particolare impegno ai progetti e alle attività di carattere più strettamente culturale(progetto tesi di laurea Parco Geominerario, progetto europeo di Cultura 2000), l’Associazione Pozzo Sella ha profuso particolare impegno negli ultimi anni a progetti finalizzati alla creazione di opportunità di lavoro fondati sulla valorizzazione del patrimonio storico-culturale del Parco Geominerario.
Con queste finalità ha avuto inizio il progetto per il recupero e la valorizzazione degli antichi cammini minerari costruiti nei millenni passati a supporto dell’attività estrattiva ed oggi in gran parte abbandonati. L’idea di costruire una grande itinerario nell’area più estesa e rappresentativa del Parco Geominerario, il Sulcis Iglesiente Guspinese, è stata concepita dai volontari a seguito della grande partecipazione popolare alle escursioni organizzate dalla stessa Associazione Pozzo Sella a conclusione del lavoro di recupero e allestimento di singoli sentieri.

Articolo intero su Nuovo Cammino n.15, pag. 16.

Giampiero Pinna
Presidente della Fondazione
Cammino Minerario S. Barbara