Sindaco e consiglieri giovani per rilanciare il paese

Pompu. Eletti alle consultazioni amministrative del 10 giugno 2018

Dopo 15 anni di monocolore guidato dal sindaco uscente Marco Atzei, il 10 giugno scorso la piccola comunità di Pompu ha scelto di premiare l’unica lista presente alle consultazioni elettorali per il rinnovo dell’amministrazione civica. La lista, denominata “UGP ossia Unione Giovani Pompesi”, capeggiata dall’ing. Moreno Atzei , è formata dalle diverse anime presenti nel piccolo paese che per 15 anni si erano contrapposte.

La linea programmatica dei giovani è di ricreare nei concittadini i presupposti necessari per ritrovare la solidarietà e la condivisione nell’affrontare e portare a soluzione i problemi presenti nei rapporti interpersonali e di convivenza. Il compito non si presenta in discesa, tuttavia l’intento dei giovani va sostenuto e perseguito con ogni mezzo lecito. Infatti ritrovare all’interno della piccola comunità il reciproco rispetto con l’abbandono delle posizioni egoistiche porterà quella linfa indispensabile e funzionale per la crescita civica e morale della comunità amministrata.

Il neoeletto Sindaco, presentando il suo programma amministrativo, ha voluto fermamente sottolineare quelle che saranno le linee guida del suo mandato. Al primo punto l’impegno solidale verso le fasce più fragili della comunità mediante un costante monitoraggio della loro situazione economico-sociale supportato dal concreto e decisivo intervento dei servizi sociali. Altra scelta prioritaria, favorire la creazione di posti di lavoro. Infatti l’assenza di offerta lavorativa nel territorio, la cancellazione, a partire dal 2012, dei cantieri finanziati e gestiti dal comune, l’allungamento dell’età pensionabile sono state le cause dell’impoverimento di molte famiglie.

Ad esse la nuova amministrazione si rivolge e per esse ha intenzione di istituire varie forme di offerte lavorative al fine di garantire una vita economicamente dignitosa e libera. Altro punto importante sarà la ripresa dei lavori nel monumento nuragico di “Santu Miali”: gli scavi, infatti, giunti all’epoca della civiltà romana e paleocristiana, sono stati abbandonati dall’amministrazione uscente. Non verrà trascurato l’impegno verso le piccole imprese artigiane presenti nel territorio, ha sostenuto il sindaco, mettendo in campo risorse ed energie per affiancarle in un percorso di crescita.

Le fasce di età, dalla prima infanzia ai giovani, passando per quella adolescenziale, avranno i loro spazi e le loro promozioni sociali e culturali. Per gli adulti e gli anziani, preziose risorse per la comunità, verranno attivati servizi e offerte di socializzazione. Verrà dato impulso e un ruolo importante alle associazioni locali. Infine, cura particolare verrà riservata al decoro del centro abitato. Questo il programma di lavoro annunciato dal nuovo sindaco Moreno Atzei: a lui e alla Giunta comunale gli auguri più vivi del nostro giornale, in un rapporto fecondo di comunicazione e di collaborazione.

Pietro Pani