Nel segno del nuovo che avanza con entusiasmo

Ales. Insediato il nuovo Consiglio Comunale

Francesco Mereu primo sindaco nella storia del comune proveniente dalla frazione di Zeppara

Un tempo le liste dei candidati alle elezioni comunali scaturivano dal mettere insieme i rappresentanti delle diverse categorie di cittadini: artigiani, agricoltori, contadini, impiegati… In virtù di tale sistema, studente universitario poco più che ventenne, mi sono ritrovato ad essere anch’io consigliere comunale. Rappresentavo i giovani del paese. Ogni consigliere era chiamato a portare il contributo delle sue esperienze. Erano le istanze, le esigenze, le necessità dell’intera categoria che si andava a rappresentare. Oggi, da quel che è dato vedere, non è più così. Oggi, su tutti, prevalgono nettamente i giovani.

È il loro momento. Guardando al neoeletto Consiglio Comunale della nostra cittadina se ne ha la conferma. Il suo insediamento è avvenuto lunedì 18 giugno scorso nella sala del palazzo comunale solitamente adibita ai convegni e ai pubblici incontri. La sala era gremita di cittadini più o meno partecipi in modo interessato. Molti anche i curiosi. Il Consiglio, ovviamente è scaturito dalle votazioni del 10 giugno ultimo scorso. Un Consiglio di Amministrazione Comunale “nuovo” sotto molti aspetti.

Visi nuovi. Giovani, i nostri, che nella quasi totalità si affacciano per la prima volta sulla scena politico-amministrativa del nostro paese. Forse anche per questo nella riunione hanno prevalso gli applausi. Erano applausi molto probabilmente anche di incoraggiamento. Applausi per tutti, quindi, e in abbondanza. Non c’è da meravigliarsi del resto. È da supporre che avvenga grosso modo la stessa cosa ovunque, in occasione dell’insediamento di un qualsiasi neoeletto Consiglio Comunale.

È d’obbligo, in questi casi, rivolgere esortazioni e indirizzare congratulazioni agli eletti, unitamente ai più caldi auguri di un buon operato a beneficio della comunità. Del nuovo sindaco, Francesco Mereu, impiegato dell’Ente Foreste, va detto che ha fatto parte della “minoranza” del Consiglio uscente. È persona, perciò, non digiuna di cose amministrative. Egli è “nuovo” per altri versi: risulta essere, a memoria d’uomo, il primo sindaco del Comune di Ales proveniente dalla frazione di Zeppara. Risulta essere anche il primo sindaco eletto in una tornata elettorale che ha visto la discesa in campo di un’unica lista.

Al suo fianco, con funzioni di vicesindaco, ci sarà Emanuele Trudu (noto Lino), a suo tempo sindaco, consigliere di lungo corso e di notevole esperienza. Difficile fare commenti appropriati e formulare osservazioni giuste. Certo è che il fatto che non si sia riusciti a formare almeno una seconda lista, la dice lunga su quelle che sono le condizioni della nostra comunità. Le troppe liste, si sa, dicono quasi sempre di divisioni il più delle volte deleterie. Anche la lista unica, però, dal canto suo, può voler dire che le cose non vanno per il verso giusto. Può voler dire, per esempio, di una comunità spenta, senza idee e senza iniziative… Gli eccessi non vanno mai bene. E allora non resta che astenersi dai commenti e accettare la realtà così com’è.

Valgono per il momento le buone intenzioni, i buoni propositi, i progetti sensati. Quelli che nella serata dell’insediamento sono stati dichiarati dallo stesso sindaco, in apertura di seduta, e subito dopo dal suo vice Lino Trudu e dall’assessore Fabrizio Collu. La prima seduta è servita, come vuole la prassi, alla nomina degli assessori e alla distribuzione delle diverse deleghe. Si è visto, così, che i più stretti collaboratori del sindaco saranno i membri della Giunta muniti delle relative deleghe: Lino Trudu, ai servizi sociali e pubblica istruzione; Fabrizio Collu, all’ambiente – sport – spettacolo; Nicolò Muscas, alla cultura – politiche giovanili – attività produttive; Edoardo Perreca, al bilancio. Il sindaco ha tenuto per sé, ad interim, l’assessorato ai lavori pubblici.

Vadano a tutti gli auguri di buon lavoro. Il tempo, giudice sempre severo, dirà più in là se questa compagine sarà stata capace di cambiare in meglio le nostre cose e lo stato della nostra comunità. Noi ce l’auguriamo. Per ringraziare la comunità di Ales-Zeppara che con le elezioni ha permesso il varo del nuovo Consiglio comunale, il sindaco Mereu e i consiglieri eletti sabato 30 giugno hanno organizzato per la popolazione un incontro conviviale “alla sarda” nel loggiato di Santa Maria. Una cena anche per conoscersi meglio e dialogare tra amministratori e cittadini.

Marco Ledda