L’open day di tutta la comunità

Mogoro. Il 5 e 6 ottobre numerose iniziative, clima di festa e impegno per l’apertura del nuovo Anno Pastorale

Sabato 5 e domenica 6 ottobre, la comunità parrocchiale di San Bernardino a Mogoro ha ufficialmente aperto il nuovo Anno pastorale 2019/2020. Tanti i fedeli che hanno partecipato alle Sante Messe festive e che hanno voluto dare avvio a tutte le attività della parrocchia dopo la breve pausa estiva. Nel corso delle celebrazioni, durante l’omelia, il parroco don Nicola Demelas ha voluto lasciare come impegno per il nuovo Anno pastorale, la possibilità di contemplare l’icona donata dal Vescovo in occasione della prossima Visita pastorale, che ritrae Gesù in cammino con i discepoli di Emmaus. Un invito a camminare tutti insieme, con Gesù, e a “riconoscere il giusto valore dell’Eucaristia domenicale e comunitaria, a scapito di particolarismi” (Visita Pastorale, Sussidio per le Comunità parrocchiali, Ales 2018, p. 18) o ambiti pastorali ancora bisognosi di una piena maturazione in termini di vita ecclesiale e comunitaria.

Degna di nota la giornata di Domenica 6 Ottobre, con l’”Open Day” per i bambini e i ragazzi del Catechismo e dell’Oratorio, le Catechiste, gli Animatori e i Giovani dell’Oratorio, il gruppo Ministranti, il “Piccolo Coro di San Bernardino, il Gruppo Scout “Mogoro 1” e i tantissimi genitori che non sono voluti mancare all’appuntamento. Alle 9,30 don Nicola ha presieduto la Santa Messa festiva che ha visto l’accoglienza dei bambini del primo anno di Catechismo, la processione offertoriale curata dei vari gruppi e l’animazione con il canto del “Piccolo coro”. Al termine della S. Messa ha avuto inizio il “Grande gioco” a squadre con tutti i bambini e i ragazzi del Catechismo. Una marea di allegria e di divertimento nella piazza antistante la parrocchia, in “su Sticcau”, nel campetto dell’Oratorio e nella Casa del Fanciullo. Al termine delle diverse prove di abilità, si è aggiudicato il primo premio la squadra della 5^ Elementare.

Terminato il gioco, i presenti si sono preparati al tanto atteso “pranzo comunitario”. Il salone dell’Oratorio si è trasformato in un’elegante sala da pranzo: con ben 180 posti a sedere. Il menù del giorno ha soddisfatto tutti i partecipanti, che hanno manifestato il loro gradimento con un lungo applauso alle cuoche Francesca e Liliana e agli Animatori dell’Oratorio, organizzatori materiali del momento conviviale. Tanti e buoni i dolci offerti dai genitori! Dalle 15 alle 17 le attività sono proseguite con le partite di calcetto, due laboratori creativi, tanta musica, il biliardino e il ping pong.

Questa la cronaca di una bellissima giornata dedicata ai bambini, ai ragazzi e ai giovani, che ha registrato un’ottima risposta in termini di partecipazione e condivisione. Inaugurato ufficialmente l’Anno pastorale, spetterà ora a ogni gruppo e a ogni singolo fedele della Comunità parrocchiale prendersi l’impegno concreto di “camminare” a passo con il Signore Gesù e con i fratelli, favorendo l’ascolto reciproco, la “pastorale integrata” e lo spirito di comunione. L’imminente Visita Pastorale del vescovo Padre Roberto Carboni, domenica 1, lunedì 2 e sabato 7 dicembre – sia occasione ulteriore di dialogo, discernimento e maturazione cristiana per tutti. Buon Anno pastorale 2019/2020!

Gli Animatori dell’Oratorio

Realtà parrocchiali

Ministri straordinari dell’Eucaristia, Catechiste e gruppi catechismo, “Genitori” collaboratori catechismo, Gruppo Ministranti e servizio liturgico, Coro polifonico, Piccolo coro di San Bernardino, Oratorio parrocchiale (settore bambini- ragazzi-giovani-animatori), Circolo Oratorio ANSPI Peppe Melis (settore adulti), Gruppo Scout “Mogoro 1”, Confraternita SS. Sacramento, Confraternita SS. Rosario Azione Cattolica, Caritas parrocchiale e Centro d’ascolto Gruppo addobbo e pulizia della Chiesa parrocchiale.

Le voci dei protagonisti

Alex (24 anni, Animatore Oratorio e Gruppo Ministranti).
La Celebrazione Eucaristica delle 9,30, che ha coinvolto i bambini e i ragazzi, è stato un momento di gioia che abbiamo condiviso tutti insieme. Molto significativa la processione offertoriale, con la presentazione dei doni e la presenza di tutte le realtà parrocchiali che svolgono un servizio a favore dei bambini, dei ragazzi e dei giovani.

Michela (18 anni, Animatrice Oratorio).
Al termine della Messa, i bambini e i ragazzi sono stati divisi in sei squadre, dalla 3^ Elementare alla 3^ Media. Poi si sono svolti i giochi, divisi in sette postazioni, di cui due animate dagli Scout. Al termine dei giochi i ragazzi e i bambini sono stati accompagnati nel salone dove si è consumato il pranzo. Il menù era a base di malloreddus alla campidanese, pollo arrosto, patatine fritte, frutta e dolci.

Elena (15 anni, Piccolo Coro).
Bellissima giornata. Insieme a Patrizia e a Giorgia ho animato il “canzoniere”. Con un po’ di stupore abbiamo visto i bambini più piccoli che cantavano e si divertivano tanto. È stata una giornata “riuscitissima”!

Emmanuele (10 anni, Bambino del Catechismo).
Giornata bella e divertente. Ottimo il pranzo! E poi con il mio gruppo di Catechismo abbiamo realizzato più punti nel “Grande Gioco” e ci siamo classificati al primo posto.

Giulia (17 anni, Animatrice Oratorio).
Nel pomeriggio si è tenuto un laboratorio di “nodi” a cura degli Scout e un laboratorio per la realizzazione di “segnalibri” a cura degli Animatori. È stata una giornata di condivisione, ricca di divertimento.

Valerio (22 anni, Capo Scout).
Penso che la giornata di domenica 6 ottobre sia stata una “bella giornata”. Bastava osservare il sorriso dei bambini e il coinvolgimento dei ragazzi nel gioco. Credo che per tutti i partecipanti – dalla Messa, al pranzo e alle attività pomeridiane – sia stata una giornata di festa e di svago, diversa dalla solita routine.

Luisanna (63 anni, Catechista).
Sicuramente una bellissima iniziativa. Momenti di gioco e di condivisione, apprezzati dai ragazzi e anche dagli adulti presenti. Secondo me da riproporre anche il prossimo anno.