A Is Boinargius due giorni di festa per il Patrono

Guspini. Nella parrocchia di San Giovanni Bosco

Anche quest’anno non è mancato l’entusiasmo per la festa del nostro Patrono San Giovanni Bosco. Sabato 27 il parroco don Claudio Marras ha celebrato la Santa Messa dedicata in particolare agli ammalati e anziani, impartendo loro il Sacramento dell’Unzione degli Infermi.
Nel pomeriggio nei locali dell’Oratorio si è svolta la tradizionale festa per i bambini con tanti giochi, con la entusiasmante collaborazione degli animatori, i quali sono stati anche i promotori di una pesca di beneficenza che ha riscosso molto successo, il cui ricavato, ha dichiarato don Claudio, sarà destinato al rifacimento e restauro del campetto parrocchiale di calcio. Un grazie a tutte le persone e ai negozianti che hanno collaborato alla riuscita dell’iniziativa.
Domenica 28 si è svolta la solenne Processione per le strade del quartiere di Is Boinargius con il simulacro del Santo, accompagnato dalla banda musicale “Città di Guspini” diretta dal maestro Danilo Sanna, dal gruppo folk “Antiche Tradizioni” e da numerosi fedeli.
Alle ore 11,00 nella chiesa parrocchiale stracolma di fedeli, la solenne Liturgia presieduta dal vescovo mons. Roberto Carboni, concelebrata da don Mauro Bucciero, presidente del Tribunale Ecclesiastico Regionale Sardo, dai sacerdoti don Nico Massa, don Gianni Biancu, don Claudio, don Daniele Porcu, con l’assistenza del diacono Luigi Loi.
L’Omelia ha collegato la Liturgia della Parola della domenica con la figura di Don Bosco (stralci a fianco). Presenti anche le autorità civili e militari. Come sempre gradite ospiti anche le “Figlie di Maria Ausiliatrice”, che hanno festeggiato Don Bosco anche nella parrocchia di San Nicolò. La Liturgia è stata accompagnata dal Coro parrocchiale diretto da Anna Maria Carta.
A conclusione della S. Messa, dopo i ringraziamenti da parte del parroco, su esplicita richiesta del Vescovo, i bambini presenti con grande gioia si sono messi in posa per una foto ricordo. A chiusura dell’intensa mattinata nei locali dell’Oratorio è stato offerto un rinfresco a tutti i presenti.
I festeggiamenti si sono conclusi nel pomeriggio di domenica 4 febbraio con il concerto vocale dei cori “In Cantu de Coru” di Guspini e “Santu Asili e Monti” di S. Basilio, all’insegna di canti tradizionali sardi e liturgici. Molto apprezzato il coro di S. Basilio, composto da soli uomini, tra cui alcuni giovani molto bravi.
Entrambi i cori sono stati diretti dal Maestro Massimo Atzori. Anche a conclusione del concerto un rinfresco per tutti i presenti. L’appuntamento è al prossimo anno, affidandoci con semplicità alla Mamma Celeste e al nostro Patrono San Giovanni Bosco. Attrus Annus.

Maria Atzori