San Gavino M. Iniziativa del vescovo Mons. Carboni

Mercoledì 29 gennaio alle 17, nella chiesa di Santa Lucia a San Gavino, il vescovo padre Roberto, dopo un discernimento fatto coi rispettivi parroci, conferirà il ministero di “annunciatore della Parola”, analogo al ministero istituito del Lettorato, ad alcuni fedeli, uomini e donne, che da lunghi anni frequentano i corsi di formazione biblica, teologica e liturgica nel nostro Istituto di Formazione Diocesano.

Tale ministero si inserisce nella proposta che Papa Francesco ha fatto istituendo la “Domenica della Parola” con il Motu Proprio “Aperuit illis”: “I Vescovi potranno in questa Domenica celebrare il rito del Lettorato o affidare un ministero simile, per richiamare l’importanza della proclamazione della Parola di Dio nella liturgia. È fondamentale, infatti, che non venga meno ogni sforzo perché si preparino alcuni fedeli ad essere veri annunciatori della Parola con una preparazione adeguata, così come avviene in maniera ormai usuale per gli accoliti o i ministri straordinari della Comunione”.

È un’occasione importante per riflettere sulla centralità dell’ascolto della Parola di Dio e di ogni attività volta a farla conoscere e meditare. Da molto tempo l’Istituto Diocesano di Formazione Teologica si dedica alla preparazione di operatori pastorali qualificati e motivati, attraverso i corsi che offre. Non si tratta solo di “imparare una tecnica” di lettura, ma di sviluppare un’attitudine all’ascolto e all’interpretazione, nonché di poter essere anche nelle parrocchie accompagnatori di fede anche per adulti, in cenacoli di condivisione della Parola che spesso si organizzano almeno nei tempi forti.

Questi Annunciatori della Parola, che normalmente proclamano le letture durante la liturgia, se valorizzati appieno, possono diventare risorse preziose all’interno della comunità cristiana: talvolta ci si lamenta da più parti che non abbiamo laici qualificati, ma forse è giunto il momento di dar loro fiducia.