Ales: al Poliambulatorio criticità nei servizi e il dubbio sull’unica ATS

Nostra intervista a Marco Pisanu, Segretario Aziendale del Sindacato CISL, nonché Coordinatore regionale delle RSU

Per fare il punto della situazione dell’assistenza sanitaria del Distretto di Ales e Terralba, abbiamo incontrato , Segretario Aziendale del Sindacato CISL, nonché Coordinatore regionale della ATS in seno alle RSU (Rappresentanza Sindacale Unitaria).

Leggiamo spesso sui quotidiani le sue denunce in merito alle problematiche del Distretto Sanitario di Ales, ci può dire com’è la situazione attuale?
Intanto saluto lei e tutti i lettori di Nuovo Cammino e la ringrazio per darmi questa opportunità. Diciamo che nel contesto generale la situazione dell’assistenza sanitaria non è così male, anche se con un po’ di buona volontà potremmo avere qualche servizio in più.

Cosa intende per “buona volontà”?
Per buona volontà intendo dire che se ci fosse un impegno maggiore e soprattutto costante da parte dei nostri Amministratori del territorio, potremmo avere un livello di sanità migliore e soprattutto qualche specialista ambulatoriale in più.

Quali sono i servizi che attualmente presentano delle criticità?
Primo fra tutti il Centro di Salute Mentale, un servizio essenziale per il nostro territorio. Purtroppo, a causa delle numerose patologie mentali presenti sul territorio, il CSM era uno dei servizi più frequentati, e proprio grazie a alla disponibilità dei medici e paramedici, tantissime persone avevano potuto riprendere una vita normale, poiché seguiti costantemente. Il CSM di Terralba apre solamente 3 giorni la settimana, con un solo medico a disposizione che non può assentarsi in quanto raramente viene sostituito. Quando non può fare a meno di assentarsi si devono disdire gli appuntamenti e questi posticipati di oltre due mesi. Inoltre la struttura non è adatta, e anche la privacy in molte circostanze viene a mancare. Anche ad Ales la situazione non è delle migliori, con l’organico ormai ridotto all’osso. Tra gli altri Servizi segnalo il Consultorio familiare, ormai da mesi senza il Pediatra e la Neuro Psichiatria infantile in carenza di organico da parecchio tempo.

Ringrazio il sindacalista concittadino Marco Efisio Pisanu per la preziosa testimonianza sulla situazione della sanità nel Distretto di Ales e Terralba. Ci auguriamo che le denunce e sollecitazioni del sindacalista CISL non cadano nel vuoto del disinteresse generale. “N.C”. è disponibile a proseguire l’analisi della salute pubblica del nostro territorio.

Intervista intera su Nuovo Cammino n. 16.